Basi segrete aliene sulla Terra: Dulcisinfundo, in New New Mexico (State Uniti, se potete )

Basi alieneTestimonianza vera, forse, di Rizzi Gianno.

È noto di come, forse, secondo alcune probabili dicerie su indizi o congetture o qualcosa di simile a racconti bofonchiati da qualche alcolizzato o qualcuno che forse ha pensato, senza mai parlarne ad altri, che un giorno, prima di morire, forse avrebbe potuto scrivere di congetture del tutto personali di cui forse ma, sempre forse, si vergogna come mai si è vergognato in vita sua di aver sognato in una notte d’indigestione un sogno dove forse, non dimenticalo, sempre forse, ha pensato che sia possibile che in alcune zone remote del pianeta, vi sia un accesso interdetto al pubblico, umano o alieno o vegetale o minerale che sia, e comunque forse, che porti a occultate istallazioni e basi militari al cui interno siano custoditi segreti probabilmente alieni, spesso, ma sempre forse, sotto il livello del suolo o del mare o del permafrost o della quarta dimensione a destra poi sempre dritto fino all’incrocio con Via Arcibaldo Pinzonio ( pittore ), per dare ancor meno nell’occhio o forse, non dimenticatevene mai, perché, come sostengono numerose leggende o bufale o scherzi telefonici di cattivo gusto, spesso di notte, ancor più spesso ma sempre forse, mentre siete seduti in bagno, che contengono voci forse false, diffuse presso le antiche popolazioni di territori tra loro, sempre forse, molto distanti del pianeta o nel sottosuolo della Terra o di Marte o di qualche esopianeta forse inesistente, in tempi penso immemori al punto che, forse, non ci sono mai stati, si sarebbero rifugiati rappresentanti di civiltà preesistenti a quella umana ma anche rappresentanti di condominio, rappresentanti sindacali e rappresentanti di rappresentanti.

galleria_image14Da Ladakiahlahlahyhuuuu a Quel Gran Canyon di Tuopadreh, dallo Yuchenìt all’ uscita di Poggibonsi Nord, sino all’ Alithalia, sono molti i luoghi dove forse, sempre forse mi raccomando, potrebbe essere stata celata ma anche no la presenza di Iufo o altra tecnologia extradolomitica.

Ma, probabilmente ma anche forse presumibilmente, la storia più inquietante tra quelle mai raccontate è certamente quella che coinvolge la base militare segretissima di Dulcisinfundo, in New New Mexico ( State Uniti, se potete ). Un’istallazione attorno alla quale è stata calata una cortina fumogena di ferro silenzioso così fitta che, forse, non esistono prove documentali neppure sui documenti ( e pensate voi della sua esistenza ) al contrario, ad esempio, dell’Area 51, che si trova esattamente tra l’area 50 e l’area 52, la cui esistenza è ammessa dall’Esercito degli State Uniti, se potete, anche se con scopi dichiarati forse totalmente difformi da quelli attribuitigli dai teorici della cospirazione. Forse.

Alieni

Tutto forse ebbe inizio nel 1979 quando un musicista, tale Elvis Thomas ‘Alien’ Costello, riuscì probabilmente a intrufolarsi in un ripostiglio della base e a scattare foto di alieni (o presunti tali) apparentemente impegnati in esperimenti genetici ( si lanciavano filamenti di DNA umano come fossero elastici e dovevate vedere come ridevano ) di qualche tipo ( il quattordicesimo, a occhio e croce ) su esseri umani. Forsembra… scusate, m’è scappato. Poco tempo dopo una squadra di alieni della ditta costruttrice Morrison-Jim, guidata dall’ingegnere e geologo venusiano Shonda Schneider, impegnata nello scavo di un sistema solare, avrebbe scoperto casualmente, dietro a una parete di roccia appena fatta crollare apposta, alcuni esseri umani che pare stessero compiendo esperimenti su alieni, ma solo per vendetta.

Secondo il racconto di Schneider a quel punto si scatenò un vero e proprio conflitto a fuoco e l’ingegnere, dopo aver a sua volta ferito o ucciso o torturato accidentalmente ridendo sguaiatamente due umani, venne colpito da armi che apparentemente laura munsputavano elastici di DNA e coriandoli e rimase ferito seriamente ma non gravemente così da riuscire a fuggire, mentre molti degli altri alieni non tornarono mai più in superficie. Da notare che pochi anni or sono, nel 1996, quando ormai sulla vicenda era calato il silenzio e lo scetticismo più totale, Schneider venne ritrovato morto, strangolato con il catetere di suo nonno che era abituato a utilizzare per i suoi giochetti erotici allo specchio.

Anche senza la sparatoria, la stessa costruzione del racconto si avrebbe dall’uso di sostanze stupefacenti.

Forse.

( fonte accertata, forse: Basi segrete aliene sulla terra: Dulce, in New Mexico (Usa) )

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...